Infarto: dove e perché

Il mio amico ha avuto un infarto: che vuol dire?


Proprio di questi giorni è la pubblicazione di un mio nuovo articolo dedicato all'embolia nel quale ho parlato di infarto polmonare

Rileggendo l’articolo, questa dizione mi è sembrata piuttosto strana considerando che oggi il termine infarto sembra essere quasi esclusivamente riservato ad un processo che coinvolge il tessuto cardiaco: in altri termini, nell’immaginario comune, si tende ad identificare l'infarto solo con una grave malattia del cuore caratterizzata dalla morte di una parte più o meno estesa di questo organo.

Un intenso brivido da codice rosso!

Improvvisamente compare un intenso brivido associato a sensazione di freddo: cosa può significare? È questa una condizione relativamente frequente che è degna della massima attenzione soprattutto nel caso in cui il paziente fosse affetto da diabete mellito in quanto potrebbe essere l'iniziale sintomatologia di una crisi ipoglicemica; spesso il vistoso tremore si associa ad altre manifestazioni cliniche come malessere generale, sudorazione fredda, senso di fame, ecc. 

Le vene varicose e l’embolia polmonare

Capita, talvolta, di avere notizia di qualcuno che ha improvvisamente accusato una difficoltà respiratoria, un malessere generale o un acuto dolore toracico: è per fortuna molto più rara la notizia di una morte improvvisa ma è soprattutto in quest’ultima eventualità che tutti noi, regolarmente, ci poniamo la stessa domanda: “cosa gli sarà capitato?

Vivi da solo. Che fare in caso di problemi di salute?

Vivere da soli, è davvero sempre una scelta o è una condizione che spesso dobbiamo accettare controvoglia solo perché non abbiamo alternative?
È facile ascoltare persone che, vivendo da sole, si beano della loro condizione e di quella che loro definiscono “una scelta di vita” affermando di essere felici, libere, di aver imparato a far tutto da sole, di essere autosufficienti, di saper affrontare e risolvere qualsiasi problema gli si dovesse presentare. Ma siamo proprio sicuri che questa sia la realtà?

Dieta o consiglio alimentare?

Quante volte un paziente ci chiede: "dottore per la mia patologia cosa posso mangiare?". Ebbene, una prima e fondamentale decisione che il medico deve prendere prima di rispondere a questa domanda è capire se, per quel paziente, sono solo sufficienti alcuni consigli alimentari o se non piuttosto sia necessario inviarlo da uno specialista del settore per fargli prescrivere una vera e propria dieta.

Chi non conosce le tonsille?

Apparentemente sono solo due piccole formazioni presenti nella parte più profonda del cavo orale, posizionate ai lati della lingua, di grandezza variabile ma più spesso delle dimensioni di due piccole ciliegie, talvolta addirittura non visibili perché nascoste dietro i pilastri anteriori del velo palatino.

L’Herpes Zoster o “fuoco di Sant’Antonio”

L’Herpes Zoster, conosciuto in passato come “fuoco di Sant’Antonio”, è una malattia virale causata da uno dei virus herpetici; questo virus ha come principale caratteristica quella di localizzarsi in strutture nervose definite gangli.

Iscriviti alla mailing list
Accetto la Privacy policy