Sovrappeso corporeo: uno dei fattori di rischio cardiovascolare

Il peso corporeo e la sua relazione con la salute fisica e mentale

Variabile nel tempo è stato il modo di considerare la bellezza fisica e la salute in relazione al peso corporeo. Alternativamente è stata valutata la magrezza ed il sovrappeso come condizione equiparabiile al bello ed al benessere fisico al punto da indurre, soprattutto in età pediatrica e giovanile, un esagerato condizionamento verso l'anoressia e/o la bulimia.

Al di là della considerazione della bellezza fisica che, come detto è frutto della cultura dei tempi, qui interessa considerare il peso corporeo come indicativo di benessere fisico e soprattutto di potenziale rischio per molte patologie, in particolare in ambito cardiovascolare.

Una prima considerazione va fatta in relazione all'età del soggetto preso in esame sapendo che, soprattutto nel sesso femminile, con l'avanzare dell'età e passando dalla condizione di fertilità a quella postmenopausale, viene favorita la tendenza all'incremento ponderale per i cambiamenti metabolici indotti dal differente assetto ormonale.

A questo si aggiungano le eventuali patologie endocrine, prima fra tutte la patologia tiroidea, ed i trattamenti farmacologici che nel tempo e per concomitanti malattie, vengono spesso intrapresi. Tali medicinali sono talora capaci di influenzare le dinamiche fisiche e psichiche del paziente inducendo l'aumento di peso. 

Altro dato da sottolineare al fine di comprendere come un eccessivo aumento del peso, specie in età infantile, possa poi condizionare la vita anche nell'età adulta, ... Accedi o registrati gratuitamente al sito per continuare a leggere l'articolo

This section of the article is only available for our subscribers. Please click here to subscribe to a subscription plan to view this part of the article.

 

 


Medicina specialistica privata