Antibiotico resistenza

Per antibiotico resistenza si intende la condizione per cui determinati germi, in particolare i batteri che sono notoriamente sensibili agli antibiotici, non subiscono più l’effetto della somministrazione degli stessi.

In altri termini, con l’antibiotico resistenza viene meno l’obiettivo di distruzione o di inibizione alla moltiplicazione dei germi da parte delle molecole somministrate in caso di patologia infettiva.

Lontano sembra il tempo in cui l’insorgenza di un quadro febbrile poteva rappresentare il primo passo verso un progressivo peggioramento delle condizioni generali e che avrebbe potuto concludersi con il prematuro decesso del paziente. Era il tempo in cui ancora non era ben chiara la differenza tra patologia virale e batterica e non si avevano adeguate conoscenze su come poter aggredire e distruggere i germi causa delle differenti malattie infettive. Spesso i pazienti che contraevano una di tali patologie soccombevano ad uno degli eventi o, i più fortunati perché dotati di un adeguato sistema immune, pur riuscendo a superarla manifestavano danni talora irreversibili che avrebbero condizionato la loro vita futura.


Un esempio per tutti era la famigerata tonsillite acuta, spesso recidivante, che si manifestava più frequentemente nei bambini: spesso i più gracili ed indifesi non riuscivano a superare la malattia mentre... Accedi o registrati gratuitamente al sito per continuare a leggere l'articolo

This section of the article is only available for our subscribers. Please click here to subscribe to a subscription plan to view this part of the article.

 

 


Iscriviti alla mailing list
Accetto Informativa sulla privacy