Da domani un nuovo vestito e una nuova immagine!

Quella che per tutti è l’agognata pensione finalmente è in arrivo anche per me: da domani un nuovo vestito e una nuova immagine!

Unico rimpianto è che lo Stato, per il quale ho lavorato per oltre trent'anni, sembra non aver capito e non aver apprezzato la mia dedizione e l'opera da me svolta nell'interesse di tutti per il raggiungimento di un obiettivo, la Medicina Territoriale, che dovrebbe essere un preminente punto di partenza e di arrivo proprio per chi, istituzionalmente, dovrebbe attivarsi nel trovare adeguate soluzioni per garantire il benessere di tutti i cittadini.

Ma cosa dovrebbe intendersi per televisita?

Personalmente la intendo come un insieme di prestazioni effettuate a distanza ed in diretta: fulcro ne è il collegamento audio e video che, attraverso le moderne tecnologie, permette al medico di vedere e colloquiare con il paziente. Questo presupposto è di estrema utilità già nella raccolta dell’anamnesi che rappresenta il primo step della valutazione clinica complessiva.

Contratto per i Medici di Medicina Generale

Si discute oggi alacremente per riformare la medicina territoriale ipotizzando di abolire il vetusto ed assurdo contratto di tipo convenzionale tra i MMG e la Regione che manifesta enormi criticità; da molte parti si auspica di creare un rapporto di “vera dipendenza” per i Medici di Base che, così come ipotizzato, finirà però per creare ulteriori problematiche soprattutto nel rapporto medico paziente.

Pensiamo e ragioniamo insieme: la dispensazione dei farmaci ripetitivi

Al paziente affetto da una malattia cronica come l'ipertensione arteriosa, il diabete mellito o l’ipercolesterolemia, gli sarà stata sicuramente prescritta una terapia farmacologica che dovrà assumere costantemente fino ad una sua eventuale sostituzione motivata da perdita di efficacia, per modifica del quadro clinico o per una qualsiasi altra esigenza.

Pensiamo e ragioniamo insieme: la ricettazione medica

Perché lo specialista deve essere forzatamente convenzionato con la Regione per poter prescrivere a carico del SSN?

Sono laureato in medicina e specializzato in università pubbliche italiane. Sono abilitato alla professione medica con un esame di Stato sostenuto in Italia. Sono iscritto ad un Ordine dei Medici italiano.

Iscriviti alla mailing list
Accetto la Privacy policy